• cannavo
  • cannavo
  • cannavo

"L'incontro con il paziente rappresenta per me il camminare su un ponte tibetano, con continui aggiustamenti, guardandosi,
rischiando di cadere ogni attimo al fine di godere della bellezza dell'incontro e del percorso di avvicinamento fatto.
​Un poter guardare finalmente insieme tutto quello che ci circonda."

Emozioni tramite Video e Immagini

Il Dott. Michele Cannavò ha realizzato due progetti, dove ha integrato la foto e le immagini al mondo della psicoterapia.
Tali lavori sono stati esposti in vari luoghi lungo tutta la Sicilia permettendo, attraverso la presenza di uno spazio interattivo, un contatto con chi guardava le foto.
Attualmente è in corso la mostra "Sentire la mente: tra specchi ed emozioni".

Sensi e Gestalt (2009)

“Questo progetto nasce dalla voglia di portare nell’aria un’idea di integrazione tra immagini e parole.

Ho scelto di utilizzare, nei miei scatti, metafore create e pensate da terapeuti della Gestalt con l’intento di dar vita ad una melodia di sensi che spero possa far nascere in chi osserva stimoli percettivi nuovi. Il non essere un fotografo ma semplicemente un terapeuta mi ha permesso di liberarmi dalle responsabilità e trovare in modo creativo, nell’ambiente, i colori e le immagini che cercavo. Proverò a far vivere in chi osserva, attraverso immagini e parole, un’esperienza gestaltica: un modo diverso di entrare in contatto con voi stessi attraverso il senso della vista. La mostra si compone di circa 80 scatti divisi per 24 temi che vanno dall’Adolescenza alla Consapevolezza, dalla Creatività al Narcisismo e altri ancora. La mia opera è stata resa ancor più speciale dal sostegno della Dott.ssa Margherita Spagnuolo Lobb, Direttore della Scuola di Specializzazione Istituto di Gestalt HCC Italy, con la quale in ogni edizione siamo riusciti a trovare il giusto connubio con eventi e ospiti che potessero in qualche modo creare riflessi di luce unici nelle mie immagini.”

Sentire la mente: tra specchi ed emozioni (2011)

“Ho iniziato ad immaginare un progetto che possa, in qualche modo, coniugare i pensieri di chi osserva con i pensieri di chi ha colpito i miei occhi.

Il progetto è un incontro creativo che è avvenuto in diversi "spazi" (ristoranti, librerie, loungebar e teatri) dove normalmente i sensi si attivano, e ha avuto una durata di circa un anno: i fondi raccolti dalla vendita delle foto hanno finanziato progetti educativi in Africa attraverso un'associazione assolutamente certificata, la C.O.P.E. – Catania.

Il percorso si è snodato in un’esplorazione della Sicilia lungo le città che la caratterizzano, permettendo di incontrare i pensieri e gli usi di chi le vive, come Catania, Caltanissetta, Caltagirone, Siracusa, Palermo, Ragusa etc.

Questa esplorazione ci ha permesso di incontrare luoghi immaginari dove ogni viso permette di creare, far emergere e sentire “l'aria” che ogni mio personaggio respira nella foto.

Chi osservava le fotografie ha avuto la possibilità di esprimere il proprio vissuto attraverso la scrittura, e di lasciare una voce per sentirsi libero di esprimersi come vuole durante il contatto con i miei scatti.

Alla fine del percorso sotto l’area Scrittura Creativa è stato creato uno spazio dove poter lasciare una parola,una immagine, una sensazione relativa a ciò che è emerso dentro di ognuno durante questa esperienza.

La raccolta delle sensazioni di chi osserva mi ha permesso, alla fine di questo percorso itinerante, di elaborare e rendere pubblico questo lavoro co-creato con il mondo da dove ho preso le immagini e le parole.

Ringrazio gli amici artisti (Santo, Andrea, Velania, Andrea, Elisa, Paola, Laura,Rosario e Silvana) che hanno contributo alla creazione di quest'opera ed in seguito ai miei maestri che hanno provato, insieme a me, a dare una forma teorica a questo percorso attraverso uno scritto che racconta l'esperienza e il possibile utilizzo, in un contesto gruppale, del materiale raccolto.”

CANNAVO' DR. MICHELE PSICHIATRA | 48, Via Ravanusa - 95030 Tremestieri Etneo (CT) - Italia | P.I. 01741230856 | Cell. +39 340 4659602 | michele.cannavo@gestalt.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite